Rosario meditato con i cori parrocchiali – Giovedì 5 aprile

Pubblicato giorno 3 aprile 2018 - Festa di Mater Domini, In home page, Notizie

Alla tua protezione

La prima domenica dopo Pasqua celebriamo la grandezza di Mater Domini, una festa che coinvolge tutta la città di Mesagne e non solo: «Dai vicini e dai lontani paesi, vennero a questo Santuario per implorare la tua materna pietà».

Giovedì 5 aprile 2018 inizia il triduo di preparazione alla festa, il coro parrocchiale ha pensato di organizzare un momento di preghiera alle ore 20.00 e di invitare altri cori. Parteciperanno la Corale Polifonica di “S. Nicola” di Torre Santa Susanna che abbiamo conosciuto durante le celebrazioni dei 9 antichi sabati, e i cori parrocchiali delle Chiese guidate da Don Piero Demita e Don Gianluca Carriero che conoscono molto bene gli occhi di Maria Ss.ma Mater Domini.

Dice Papa Francesco «Tante devozioni, tanti santuari e cappelle nei luoghi più reconditi, tante immagini sparse per le case ci ricordano questa grande verità. Maria ci ha dato il calore materno, quello che ci avvolge in mezzo alle difficoltà; il calore materno che permette che niente e nessuno spenga in seno alla Chiesa la rivoluzione della tenerezza inaugurata dal suo Figlio».

Vogliamo conoscere Maria mediante la recita attenta del Rosario: «Preghiera amata da numerosi Santi. Nella sua semplicità e profondità è una preghiera di grande significato, destinata a portare frutti di santità. Il Rosario è preghiera dal cuore cristologico. Nella sobrietà dei suoi elementi, concentra in sé la profondità dell’intero messaggio evangelico. Con esso il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all’esperienza della profondità del suo amore». [Dalla lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae del sommo Pontefice Giovanni Paolo II all’episcopato, al clero e ai fedeli sul santo rosario]

Vi aspettiamo!

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)